tornare indietro

1 commento

Ieri sera sono uscito in scooter e mentre già andavo verso il centro, poco dopo esser partito, mi sono accorto di essere senza documenti: niente patente, libretto, assicurazione, nemmeno la carta d’identità; solo la tessera arci e la carta punti del supermercato.
In due anni e mezzo nessuno mi ha fermato neanche una volta, ho pensato, posso andare. E poi ho cambiato idea, in un attimo, ho fatto inversione e son tornato a casa a prendere i documenti. Per senso civico.

Quando poco dopo, in fondo ai fori imperiali poco prima di piazza venezia, un carabiniere con la paletta rossa in mano mi ha fatto accostare, continuavo a tirare fuori fogliacci inutili: "il bollo lo vuole vedere? e la revisione?" e sotto la barba sorridevo come uno fortunato.

Stamattina camminavo sotto casa quando mi sono accorto di aver perso un guanto: li avevo messi in tasca tutti e due apppena uscito, ma ce ne era solo uno. ho fatto a ritroso la strada per casa, tornando sui miei passi, guardando gli ostacoli che avevo superato, le scorciatoie che avevo preso. Sono tornato indietro
quasi fino al pianerottolo, e alla fine, ormai disperato, ho ritrovato il guanto sulle scale.

http://www.fulviototaro.it/feed/atom/