Stamattina esco a comprare il giornale, poco dopo mezzogiorno. nella buca delle lettere trovo l’avviso di una raccomandata: "potrà ritirare da domani alle 9 bla bla bla".
Domani è primo dell’anno, chiuso. Dopodomani parto alle 8. Ma non poteva usare il citofono?
E allora salgo in macchina e comincio a cercare il postino per le vie del quartiere. O almeno un sintomo della presenza del postino: lo scooter, un casco giallo, una sacca di pelle, condomini che bestemmiano. Niente di niente. Allora corro all’ufficio postale: deserto, l’unico giorno dell’anno. E mentre sventolo il mio cedolino giallo, la gentildonna allo sportello mi dice: "eh stamattina venite tutti con quello".
Sarà che il postino aveva fretta, dico io.
Il fatto è che qui c’è scritto "potrà ritirare da domani alle 9 alle poste centrali", mi spiega lei.
Cazzo, mi ero fermato un rigo sopra, penso io, e le dico non c’è un modo per ritirarla oggi?
Mi sa di no. E ci manca solo che sia una multa.

aggiornamento del 1 gennaio 2008
mi dice un mio amico che più volte ieri mattina ha suonato al citofono senza avere risposta: dormivo. probabilmente, ne deduco, anche il postino avrà fatto almeno un tentativo. me ne scuso con l’interessato e con i lettori.

http://www.fulviototaro.it/feed/atom/