joconda

mode e modi

commenta

come quelli che… ah la puglia che bella, io ci sono stato l’altra estate



via generazioneblog

whisky bar

commenta

troppe domande mi frullavano in testa mentre cercavo la risposta che volevano: "where’is the whisky bar?"
comparsi all’improvviso dietro la scalinata di piazza trilussa, senza ombrello sotto una pioggia leggera, quattro ragazzini stavano cercando un posto per ubriacarsi a trastevere, ma nonostante cercassi di rispondere a quella domanda, ero distratto da altri particolari.
di che squadra è quella sciarpa bianca e rossa che hanno al collo?
quanti anni avranno questi mocciosi inglesi?
di quale cazzo di whisky bar stanno parlando?
l’ultima domanda l’ho fatta ad alta voce, un po’ più cortese, intanto una voce al mio fianco ha cominciato a cantare…
"show me the way to the next whisky bar, oh don’t ask why
"

collocazioni

3 commenti

Dove mi colloca il politometro di Repubblica.it



e dove mi mette voi siete qui

Per fortuna si vota ancora con la matita

nessun titolo

1 commento

odio avere il tempo per mettere a posto i calzini

Giuseppe D’Avanzo, su Repubblica di ieri, ricorda cosa è successo nella caserma di Bolzaneto, a luglio del 2001.

* (foto da Pazzo per Repubblica)

Riguardando le immagini di quei giorni, leggendo le testimonianze di chi è stato portato in quel "lager", penso a quanto sarebbe stato facile finire lì: questione di metri, o di minuti, di posizione lungo il corteo o semplicemente di fortuna.

il 27

commenta

c’è una scena di altri tempi a cui non mi capitava di partecipare da qualche mese e oggi è l’ho vista di nuovo. la mattina del ventisette del mese (quarta settimana inoltrata) decine di dipendenti in fila per ritirare lo stipendio. per ritirare, in realtà, la busta paga e i buoni pasto, ché i soldi vanno direttamente in banca.
Ecco, nella società multimediale, dove quasi tutto transita sulla fibra ottica (o al massimo sul doppino) mi piace ritrovare delle scambi reali: persone contente di fare la fila, delle situazioni che danno ancora il senso di appartenenza, di classe o di casta, secondo il modo in cui la vedete.
ma le persone in fila, col sorriso in faccia e qualche soldo (virtualmente) in tasca, mi fanno
anche pensare che dopo tutto, il lavoro è ancora una questione importante per questo paese.

she loves you

commenta

certe manifestazioni più di altre danno il segno di un’epoca e dei fermenti culturali che animano una società: Inghilterra , primi anni ‘70,  il calcio, i capelli a caschetto e la musica leggera


charlie fa surf

commenta



l’ho ascoltato la prima volta, poi molte altre. mi piace… anche dopo aver letto qualche esagerata recensione. amen.

http://www.fulviototaro.it/feed/atom/